Progetto
*** PICCOLE CUCCE ***
a cura dei Volontari di Lucca

Progetto Iniziative Cuccioli Lieto fine Contatti Home

La storia di MariaRosa

Aggiornamento del 12 luglio 2009

La storia di MARIAROSA inizia circa un mese in quel di Roma dove viene trovata gravemente ferita ed accolta dai volontari del gattile.
Patrizia, la referente con cui abbiamo intrapreso il contatto, inizia a divulgare la sua storia, così come quella di Olivella, apparentemente gemella nei tratti, nel vissuto, nelle conseguenze, ma non nell'età, Olivella è un mese più grande!
Mariarosa ha riportato l'amputazione di parte della zampetta posteriore, ma questo non le impedisce di condurre una vita del tutto normale, anzi, forse, proprio per questo suo handicap, riesce a reinventarsi la vita in un modo del tutto particolare come nessun altro gatto normodotato possa fare.
Accoglierla con sè significa essere in grado di assorbire la 'specialità' di una vita fuori dal comune, avere in casa un piccolo grillo scatenato che solo apparentemente ha qualcosa in meno, la realtà è che ha un sacco di cose in più che scoprirete nella vita giorno per giorno. Arriverete a raccontare cose che non avreste mai immaginato, a sorridere e commuovervi osservando il suo comportamento ed il suo carattere gioviale. Per venire a vederla, trascorrere qualche minuto con lei, chiamate PiccoleCucce 3298987608 (anche SMS verrete richiamati).
MariaRosa non abita una gabbia di un gattile, ma è ospite della 'casona' dei volontari, è quindi libera di correre e saltare ed è questo che potrete vedere venendola a conoscere!   

Aggiornamento del 1 agosto 2009

La storia di MariaRosa termina, per noi, il 27 luglio 2009, giorno in cui la sua nuova padrona è venuta a prendera per portarla a casa a Livorno.
Siamo sicure che, non solo si troveranno reciprocamente bene, ma che la vita 'speciale' con questo scricciolo, solo apparentemente sfortunato, insegnerà tante cose e sarà talmente unica che le sole parole non la potranno descrivere.
L'adozione di MariaRosa, assieme a quella di Sioux, hanno segnato questo 2009 che, speriamo, possa continuare con tante altre belle storie a lieto fine e tante adozioni disabili, ricordiamo che un amico disabile, pur avendo fisicamente una menomazione, non è affatto escluso dal poter vivere una vita 'speciale' assieme a voi e poter trasmettere emozioni e sensazioni a volte uniche e sicuramente diverse da quelle che un qualsiasi micio/cane normodotato possa offrirvi.
Ovviamente diverso sarà per voi il modo di porvi, sarà diversa l'assistenza (se richiesta) o diversa l'organizzazione dei suoi spazi, ma non sarà diverso l'amore e la dedizione vostra verso di lui e sua verso di voi!